Filtra

Editori e piccoli lettori tra Otto e Novecento. A cura di L. Finocchi e A. Gigli-Marchetti

Disponibile

Disponibile

COD: 9788846461926 Categorie: , ,
Data di pubblicazione

Editore

ISBN

Lingua di pubblicazione

Milano, 2004, Franco Angeli. Cm. 24×17, pp. 448, br.

Disponibile

Descrizione

“Il tema della letteratura per ragazzi non era mai stato affrontato finora, in Italia, nell’ottica della storia dell’editoria” . Così scrive Gabriele Turi nel suo saggio, precisando che gli studi esistenti – spesso costruiti come una successione di ritratti di autori – avevano guardato prevalentemente agli aspetti pedagogici, letterari, linguistici o figurativi, e in questo ambito avevano fornito alcuni contributi di grande spessore che non si erano limitati a sfatare il giudizio o il pregiudizio di Croce su quello che riteneva solo un prodotto “pratico, privo di vita e pregio artistico”, ma ne avevano evidenziato la funzione educativa o formativa nelle varie epoche e l’articolato rapporto tra testo e immagine.

La prospettiva di storia dell’editoria può apportare a questo tipo di indagine, attenta ai contenuti, il contributo di dati materiali relativi alla produzione e alla fruizione dei testi venduti, informazioni sulle scelte ‘imprenditoriali’, sui generi letterari, le traduzioni, gli autori e gli illustratori utilizzati.

A questa nuova storia, tutta da scrivere, il volume offre un ricco contributo in termini di spunti metodologici, approcci disciplinari, ricostruzioni inedite indispensabili per affrontare nodi centrali legati alla produzione editoriale per i ragazzi come il rapporto tra scuola e lettura, il ruolo svolto dalla mediazione degli adulti, la costruzione dell’immaginario infantile, il rapporto tra stampa periodica e editoria libraria, l’influenza delle diverse concezioni dell’infanzia sul messaggio educativo proposto.

“È bene parlare di editoria per i piccoli, ma non di piccola editoria”, afferma Pino Boero e in questo

Torna in cima